Jump to content
Novità
  • A kado puzza l'app IMMUNI.
  • #restateacasaegiocatealupus
absolute

Lettura LiF - 2020 Estate - Paesaggio con Mano Invisibile

Recommended Posts

Per l'estate abbiamo scelto di leggere Paesaggio con Mano Invisibile di M. T. Anderson

 

4103271-9788817098724.png

 

Traduttore: Bérénice Capatti
Editore: Rizzoli
Collana: Narrativa Ragazzi
Anno edizione: 2018
In commercio dal: 6 marzo 2018
Pagine: 160 p., Rilegato
  • EAN: 9788817098724

Età di lettura: Da 13 anni

 

Quota

Nella cinquina dei candidati al Premio Mare di Libri
Quanto siamo disposti a sopportare, quanto siamo disposti a sacrificare per compiacere gli altri?


«Un romanzo che piacerà ai lettori insoddisfatti e inquieti di ogni età»  Booklist

"Forse dipingerò questa città – da lontano, come da una collina distante – e sullo sfondo una staccionata d'oro, un giardino segreto, un rifugio dove rintanarmi al sicuro. Mi nasconderò lì, e la mano di dio ci asciugherà le lacrime dagli occhi; non ci sarà più pianto, né ci sarà più morte, perché le cose come erano un tempo, più non saranno. La mano invisibile che guida le nostre opere, le nostre azioni, i nostri mercati non potrà raggiungermi laggiù. Fuori dallo spazio e dal tempo, dal tempo e dallo spazio, non ci sarà più alcuna distanza tra noi e i nostri desideri."

Ci sono sistemi ben più sottili ed efficaci della forza per piegare un popolo alla schiavitù. Lo sanno bene i vuvv, che al loro atterraggio non hanno spianato sui terrestri fucili e cannoni, anzi, hanno distribuito gratuitamente meraviglie: farmaci che tutto curano, fonti di energia inesauribili, cibi perfetti che in un batter di ciglia debellano la fame nel mondo. Prodotti rivoluzionari e irresistibili, insomma... di cui loro possiedono il monopolio, e di cui, ovviamente, si precipitano a fissare il prezzo. I vuvv non sono soldati, insomma, ma affaristi, e il loro arrivo stravolge l'economia, brucia milioni di posti di lavoro, mette la Terra in ginocchio. Ad Adam, 17 anni, non resta che inventarsi un lavoro, qualsiasi cosa pur di portare a casa quello stipendio che i genitori non riescono più a racimolare. La soluzione più felice mette insieme piacere e dovere, perché i vuvv mostrano una sciocca ossessione per il mondo patinato del passato, e così Adam e la sua ragazza Chloe iniziano a registrare i loro appuntamenti in posticcio stile anni Cinquanta per poi rivenderli agli invasori su un canale pay-per-view. Tutto funziona a meraviglia, fino a quando nell'idillio d'amore si spalancano crepe sempre più profonde, e Adam si ritrova costretto a chiedersi a quanto è disposto a rinunciare di se stesso pur di accontentare i vuvv. Età di lettura: da 13 anni.

 

Io l'ho iniziato ma commenterò solo al termine.

Share this post


Link to post
Share on other sites

L'ho appena finito, in realtà la discussione dovrebbe consentire lo spoiler in quanto è indirizzata a chi l'ha già letto ma nel dubbio userò comunque il tag, visto che citerò elementi di trama anche relativi al finale.

 

Spoiler

Come avevo già lasciato intendere non ho apprezzato questo romanzo. Sarà che avevo già un po' di pregiudizio sapendo che l'autore scrive Young Adult, sarà che ho letto romanzi di fantascienza che ironizzano e fanno riflessioni filosofiche ben più profonde, questo libro mi ha trasmesso ben poco. Se lo si riduce alla sua trama è una storiella banale, che sembra indugiare fin troppo sui problemi intestinali del protagonista, quanto sull'antipatia/degrado dei personaggi secondari che interagiscono con lui (la fidanzata che lo scarica e si vanta che il suo nuovo compagno ha avuto successo dove lui ha fallito; la madre che non riesce a trovare lavoro; il suo insegnate che accetta l'umiliazione pur di sopravvivere; il figlio dei vicini che cerca pateticamente di imitare i vuv...). Personaggi, al pari del protagonista, tra l'altro, che vengono davvero abbozzati a metà tra lo stereotipo e l'insignificante. Persino Adam è solo l'ennesimo "anticonformista" che nella sua epifania finale scopre che una volta toccato il fondo conviene scavare anziché provare a risalire...

Nel libro ci sono solo due capitoli più "corposi" (non so le pagine perché l'ho letto in ebook) e sono gli unici due dove effettivamente succede qualcosa. Nel finale c'è il lungo monologo del protagonista che fa trasparire, finalmente, ciò che l'autore voleva dire (visto che per tre quarti di libro a parte  "i vuv sono cattivi, Adam è uno sfigato" non veniva fuori molto altro). E qui si capisce l'intento di satira, di critica sociale, di una società dove i ricchi prosperano a scapito dei poveri e, anzi, i ricchi quasi dovrebbero essere ringraziati per dare ai poveri modo di assecondarli nelle loro stupide vanterie (il tirare sempre in ballo l'arte e sottolineare che "i vuv pensano che tutti i dipinti debbano essere nature morte perché concepiscono solo quello che hanno visto per primo, laddove il protagonista è un vero artista che invece sa osare). Per carità, non dico che sia tutto da buttare, ma c'è molta ingenuità su come viene affrontata la tematica e sarà il target e lo stile Young Adult, mi dà solo l'impressione di essere davvero tutto troppo semplicistico e poco incisivo. Anche il timido accenno di Lucy che non viene minimamente approfondita come una musicista fuori dagli schemi, come minima rivalsa anche sul piano sentimentale, l'ho trovata davvero insulsa all'interno dell'opera. 

In definitiva, non dico che sia un libro pessimo, ma non mi ha lasciato assolutamente nulla. L'ho trovato banale, poco coinvolgente, con qualche idea buttata lì, che avrebbe anche potuto avere del potenziale, ma che è stata abbandonata subito voltato l'angolo. Per curiosità ho cercato in rete e se ne trovano solo recensioni entusiastiche. Sarò sbagliato io, che devo dire, ma ritengo che ci siano migliaia di opere migliori, che magari riescono a trattare le stesse tematiche in maniera un po' più costruttiva. O forse sono io quello superficiale che non capisce l'autore, quindi sono pronto a ricredermi se riuscirete ad aprirmi gli occhi dopo la vostra lettura.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

So che avevo detto che avrei commentato a fine lettura, ma una cosa la volevo scrivere in base al commento di Abso. 

Spoiler

Non credo che sulla riuscita o meno del romanzo influisca più di tanto il fatto che sia young adult. Anche se sono fuori target da una decina d'anni, riesco ancora ad apprezzare il genere quando ben scritto. Ancora ho letto circa un quarto del romanzo, ma credo che quello che non sta andando bene sia legato ad altro 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 ore ago, Famu ha detto:

Sono a metà, e volevo chiedere una cosa: 

  Nascondi Spoiler

Erano proprio necessari tutti i dettagli sull'apparato digerente del protagonista? 

 

Secondo me sì..

Probabilmente serve a contrapporre la realtà concreta, al costrutto creato con Chloe.

 

Non a caso, fa attenzione a dove inizia a parlarne..

 

 

Comunque devo ammettere che superato lo shock iniziale dell' assenza di subordinate, lo sto trovando gustoso

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore ago, Sapia ha detto:

Secondo me sì..

Probabilmente serve a contrapporre la realtà concreta, al costrutto creato con Chloe.

 

Non a caso, fa attenzione a dove inizia a parlarne..

 

 

Comunque devo ammettere che superato lo shock iniziale dell' assenza di subordinate, lo sto trovando gustoso

Va bene il realismo, ma in certi passaggi avevo conati di vomito XD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Finito. Concordo con il commento di Abso

Spoiler

Ci sono delle cose carine, come un paio di monologhi del personaggio principale, ma credo che il problema principale sia che il libro tratta fin troppi temi, ma li accenna e basta senza esplorarli a dovere. La storia d'amore, le difficoltà economiche, la mitologia dei vuuv... sono tutti topic che meritavano maggior attenzione. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

eccomi.. Dopo il primo impatto traumatico dato dall'assenza delle subordinate, devo ammettere che mi è gustato. Leggero, senza pretese (.....spero), va giù facile, dando uno spaccato di una storia effettivamente non approfonita ma.. va bene così.

Si legge in una giornata, dà spunti di riflessione interessanti

Spoiler

come il fatto che non è obbligatorio voler sempre vincere.  Certo, scappare dalle proprie responsabilità non è il massimo <.< Però l'avrei consigliato a quelle persone che conosco e che fanno le arriviste a tutti i costi, dannandosi  e basta.
Per fortuna sta persona non la sento più, comunque <.<


Piacevole.
Gli dò un 7

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore ago, Sapia ha detto:

eccomi.. Dopo il primo impatto traumatico dato dall'assenza delle subordinate, devo ammettere che mi è gustato. Leggero, senza pretese (.....spero), va giù facile, dando uno spaccato di una storia effettivamente non approfonita ma.. va bene così.

Si legge in una giornata, dà spunti di riflessione interessanti

  Nascondi Spoiler

come il fatto che non è obbligatorio voler sempre vincere.  Certo, scappare dalle proprie responsabilità non è il massimo <.< Però l'avrei consigliato a quelle persone che conosco e che fanno le arriviste a tutti i costi, dannandosi  e basta.
Per fortuna sta persona non la sento più, comunque <.<


Piacevole.
Gli dò un 7

Spoiler

Il discorso sul non dover sempre vincere l'ho apprezzato tanto anche io

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


  • Recently Browsing   0 members

    No registered users viewing this page.

Chi siamo

Lupus in Forum è un sito web incentrato su Werewolf (Lupi e contadini), la più celebre variante del gioco di società Mafia.

La Community offre a tutti i membri la possibilità di partecipare alla versione online del gioco, gratuitamente e nelle tante varianti proposte dai nostri giocatori più affezionati. Puoi consultare la nostra Guida al Lupus per maggiori dettagli.

 

LINK UTILI

Articoli dai Blogs

Quattro chiacchiere?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.