Jump to content

Recommended Posts

PoorThings-1024x1536.jpg

 

Dopo anni sono tornata al cinema, fortunatamente per questo capolavoro in lingua originale, con la sala praticamente vuota.
Premessa: per me il cinema, la visione senza interruzione (c'è comunque stata una sospensione a metà film assolutamente non necessaria di 5 minuti) è qualcosa a cui non sono abituata. Da tempo rischio spesso che un film di un'ora e mezza finisca per durarne almeno il doppio, tra avanti e indietro e stop "intellettuali del cazzo" dove analizzo quello che accade (nel caso ve lo steste chiedendo no, non guardo spesso film in compagnia se non con chi mi sopporta). Perciò quello che scrivo ora è frutto di un'unica e ormai rara (per me) unico e continuativo momento di primavisione, in cui butto giù tutto quello che ricordo, le impressioni anche quelle false e chiessenefrega.

 

ATTENZIONE SPOILER. Anche perché non ho voglia di usare mille nuvolette per scrivere un breve messaggio

Non conoscevo il romanzo da cui è tratto il fillm, probabilmente lo andrò a recuperare. Il soggetto è semplice ma per questo non banale.
Bella, la protagonista è frutto di un  esperimento in cui il suo salvatore, impianterà il cervello del figlio che porta in grembo al posto del suo.
Bella comincia a muovere i primi passi, a interagire con oggetti e animali, in una sorta di gabbia dorata predisposta da Godwin con l'aiuto di Max McCandles, uno suo studente che lo stima e accetta di buon grado di aiutarlo a monitorare i progressi di Bella.
Nella casa di Godwin, o semplicemnte God, come lo chiamerà Bella svilupperà presto prima un bisogno di scoperta del mondo esterno per poi passare alla scoperta del suo corpo. Molto presto scoprirà il sesso (che è solo la scintilla che darà via alla "liberazione" ), o meglio come provare gioia quando si vuole.

Dopo lo scarso tentativo di tenere Bella per sempre in casa sotto stretta sorveglianza è lo stesso God a spingerla ad uscire ad esplorare il mondo servendosi del malcapitato avvocato che sottovaluta Bella e il suo desiderio di scoprire non solo il mondo ma anche se stessa. Ed è entusiasmante la naturalezza, l'assenza di vergongna che il personaggio di Bella incarna. Come riesca a stupirsi di piccole cose. Perché sì, da adulti smettiamo di stupirci chi più chi meno, mentre Bella no. In contrasto con la sua figura è tutto una continua scoperta. Questa è anche il motore che la spinge a liberarsi di tutta una serie di figure maschili che tenteranno in tutti i modi di manipolare e costringere Bella a decisioni e scelte che non condivide fino a trovare la sua strada.
Il ritmo è piacevole, ci sono degli stacchi sembrano un omaggio a Lars von Trier e i cambi d'abito della protagonista nelle varie fasi un citazione a Il cuoco il ladro sua moglie e l'amante di Greenaway.

Ho particolarmente apprezzato la colonna sonora, la musica in questo caso è integrata come non mai, all'immagine.

Quest'ultima è ampiamente elaborata e usata a scopo narrativo, si passa dal bianco e nero iniziale a colori sgargianti e intensi dall'uscita nel mondo esterno.

 

A tratti grottesco, i pochi umani in sala a volte se la ridevano di gusto, cosa per me inspiegabile.
Ci sarebbe molto altro da dire, ma me lo tengo per me. Intanto questo resoconto pieno di spoiler potrà bastare.

Vi lascio con una clip, il ballo che è un piccolo capolavoro nel capolavoro.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Devo ancora metabolizzarlo. Sapevo che sarebbe stato un errore vedere questo come primo film di Lanthimos, ma è andata così. Di sicuro molto di impatto, penso lo rivedrò per farmene un'idea migliore, ma tra un po', così da far sedimentare alcune cose e dimenticarne altre, così da farmi un'impressione più chiara al termine.

Mi stupisce sia piaciuto al grande pubblico, è molto particolare e non mi sembra per tutti. Di sicuro l'ho apprezzato ma ha qualcosa che non è del tutto di mio gusto.

Sicuramente concordo con l'uso della musica, fondamentale, è stata la prima cosa che ho cercato online appena uscito, chi l'aveva realizzata e cos'altro avesse fatto. L'ho trovata davvero perfetta nel suo uso e come è stata integrata nella narrazione, folle quanto il film stesso.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

 Share

  • Recently Browsing   0 members

    • No registered users viewing this page.

Chi siamo

spacer.png

 

Lupus in Forum è un sito web incentrato su Werewolf (Lupi e contadini), la più celebre variante del gioco di società Mafia.

 

La community offre a tutti gli iscritti la possibilità di partecipare alla versione online del gioco, gratuitamente e nelle tante varianti proposte dai nostri giocatori più affezionati. Puoi consultare la nostra Guida al Lupus per maggiori dettagli...

 

Link utili:

Articoli dai blog

Quattro chiacchiere?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.