Jump to content
Novità
  • A kado puzza il nuovo canale Telegram.
  • Bucche

    Active member
    • Content Count

      18,258
    • Lupus Points

      128 
    • Joined

    • Last visited

    • Days Won

      51
    • Lupus Coins

      2,360 [ Donate ]

    Reputation Activity

    1. Love
      Bucche reacted to Matt4 for a blog entry, Nuovo canale Telegram (e altre novità)   
      Buonsalve utenti vecchi e nuovi! ~♪
       
      In questo periodo stiamo provando nuove modalità di comunicazione, non solo per attirare nuovi iscritti, ma anche per rendere più accessibili e fruibili vari aspetti del nostro amato forum e dar loro nuova linfa!
      Per fare questo, abbiamo creato un canale Telegram dove saranno pubblicati tutti gli annunci, le partite, i contest, e in generale tutte le novità legate a LiF!
       
      Quindi, se non volete perdervi tutte le notizie sulle attività del forum, 👉 cliccate e unitevi al nostro canale! 👈
       
      Ma non finisce qui, ci trovate infatti anche su 📸 Instagram 📸  e su 🔵 Facebook 🔵!
      Seguiteci, riempiteci di mi piace e di cuoricini, e condividete con gli amici 
       
      Se avete idee e proposte su nuovi modi con cui pubblicizzare il forum, o volete dare una mano all'attuale team che se ne sta occupando (pieno di ragazze simpatiche e carine *-*),
      contattate me @Matt4, o gli altri membri dello staff (@DarkPhoenix, @Dream`, @kado', @Loudo e @Manfri) per comunicarci il vostro interesse e i vostri consigli!
       
      Riepilogo Link per trovarci meglio:

      📧Link Canale Telegram: https://t.me/lupusinforum 📧
       
      📷Link Profilo Instagram: https://www.instagram.com/lupusinforum/?igshid=vd4eq11j941c 📷
       
      🔵Link Pagina Facebook: https://www.facebook.com/lupusinforum/ 🔵
       
      🔴Link Supporto Staffer: https://lupusinforum.it/staff/🔴
    2. Love
      Bucche reacted to kado' for a blog entry, Nuova sezione Film e Serie TV!   
      Su iniziativa di Jace e Moon, lo Staff è entusiasta nell'annunciare la nuova sezione Film e Serie TV! 
       

       
      La principale novità è l'apertura di due nuove sottosezioni interamente dedicate alla raccolta delle opere del piccolo e grande schermo.
      Saranno il cuore della nuova sezione due librerie formate dai vostri film e serie TV preferite, ciascuna accompagnata da un proprio indice, per una ricerca ancora più filtrabile e rapida, e un rinnovato aspetto pratico-stilistico. Aggiungere titoli alle librerie sarà infatti molto più facile e immediato grazie a un nuovo applicativo che permette di arricchire i vostri topic con locandine, trame e altre informazioni aggiuntive, semplicemente digitando il titolo dell'opera interessata. Per saperne di più visitate l'ottima Guida alla Sezione redatta da Jace.
       

       
       
      Nella sezione principale potrete chiacchierare e confrontarvi su registi, attori, prossime uscite, aspettative, generi e tutto ciò che riguarda la settima arte. 
      Ma non solo! A partire dalle prossime settimane, la macrosezione ospiterà diverse iniziative, tra cui sondaggi, cineforum e quiz per un inizio 2020 con il botto! 
       
      Per ogni domanda o dubbio potete rivolgervi a @Jace e @Moon, che ringraziamo per l'ottimo lavoro di conversione e compilazione svolto e ai quali affidiamo con serenità la gestione della sezione.  In alternativa, anche lo staff resta a disposizione e sarà ben lieto di aiutarvi. 
       
      Con questo è tutto, e alla prossima! 
    3. Love
      Bucche reacted to Mid for a blog entry, Breve storia d'amore   
      Dulù. Un messaggio sul telefonino.
       
      Vuoi uno strappo per tornare a casa oggi?
       
      Mmmmh.
       
      Ehi, da quanto tempo... sei in città?
       
      Sì.
       
      Mmmmh.
       
      Ma no dai, non ti preoccupare... Me la cavo.
       
      Piove e sei in motorino... Ti bagnerai. Io ho la macchina. Lo faccio volentieri. 
       
      Mezz'ora. 
       
      Ok dai, va bene. Non sono riuscito a trovare un altro passaggio... Io stacco verso le 18. Ce la fai ad arrivare a quell'ora?
       
      Sì, certo. A dopo allora. 
       
       
       
      -Ciao.-
      -Ciao.-
      -Dove abiti? Mi indichi tu o è meglio se imposto il navigatore..?-
      -No no, abito qua dietro. Tranquilla ti indico io. Grazie.-
      -Prego.-
       
       
       
      -Ciao.-
      -Ciao.-
      [...]
      -Posso chiederti una cosa?-
      -Dimmi.-
      -Perchè lo fai? Ogni volta che piove mi scrivi, mi vieni a prendere, poi vieni qui e senza dire una parola mi accompagni a casa, mi saluti, e poi sparisci. Perchè lo fai? Le volte che ti ho scritto non mi hai nemmeno risposto... -
      -Io sono sempre qui. Lo faccio perchè ti amo.-
      [...]
      Così diretta...
       
       
      [Oggi piove... perchè non mi scrive?
      E neanche la volta dopo, e quella dopo ancora...
      -Al diavolo!-]
       
       
       
      -Signora, sono qui per vedere sua figlia... è in casa? Non mi risponde al cellulare...
      Lacrime.
      -E' venuta a mancare un anno fa... in questo stesso periodo... Aveva preso la macchina ma pioveva e ha avuto un incidente stradale...-
      Lacrime.
      -Dove stava andando...?-
      -Dal suo amore.-
       
       
       
      Dove sei?
       
      Io sono sempre qui
       
       
       
       
       
       
       
       
       
    4. Love
      Bucche reacted to Matt4 for a blog entry, Sogno di una notte di mezza Estate   
      Nello scorso periodo, il gruppo Staff si è rimpicciolito, e abbiamo salutato due membri molto importanti.
      Tuttavia, ad ogni fine corrisponde un nuovo inizio e, così, ci ritroviamo a dare il benvenuto a nuovo membro dello staff, il novello maturando @Dream`!
      Fategli gli auguri, tirategli le orecchie e dategli l'in bocca al lupo!
      Ad maiora semper 🌈
    5. Love
      Bucche reacted to Manfri for a blog entry, Siamo Stati Intervistati!   
      https://www.gdr-online.com/intervista-lupus-in-forum.asp    Leggete e condividete l'articolo di GDR-Online.com in cui abbiamo risposto a delle domande su LIF!   Al suo interno troverete una serie d'informazioni utili per chiunque voglia approcciarsi per la prima volta al gioco!
    6. Love
      Bucche reacted to kado' for a blog entry, Rubrica tardo-primaverile (3/3): I can answer that... for money!   
      Rickki e Morti.mp4
         
      Niente da fare, noi ci abbiamo pure provato a farvi una sorpresa. Al solito vi siete però riconfermati una community inverosimilmente accorta ed estremamente attenta ai più sottili dettagli della piattaforma (tipo il mega link al mercatino che un certo tecnico si è dimenticato di nascondere).
        Pazienza!  Visto però che ci vergogniamo a pubblicare articoli senza plot twist, ci siamo messi all'opera per portare alla luce qualche altra miglioria pratica (roba di cui in realtà siete già a conoscenza). Ok ok. Questo articolo serve unicamente allo scopo di racimolare i big likes, quindi sotto coi cuoricini.
       
       
       
       
      🤑
      Lupus Coins & Mercatino
      Aye, è tutto esattamente come sembra. Visto il periodo storico-economico segnato dall'euroscetticismo abbiamo colto l'occasione per introdurre una valuta virtuale centralizzata e interna alla piattaforma.
      Sappiamo tutti che il motore primario della community sono le attività degll'utenza (centrali o secondarie che siano).  Più difficile invece è capire come spronare i membri a contribuire alla vita da forum in maniera compulsiva e sempre meno sana. Eccovi dunque i Lupus Coins, monete virtuali ovviamente spendibili nel Mercatino.
      Il Mercatino è una raccolta di articoli inseriti dallo staff e dagli utenti e acquistabili tramite Lupus Coins.
      Ci sono tre categorie principali di articoli:
      Casinò: contiene attività ad estrazione casuale. Giocando d'azzardo, se siete fortunati, potrete ottenere più Coins di quelli spesi; Personalizzazione & Forum: articoli che vi permettono di accedere a menu di personalizzazione riservati (firme, sottonick etc); Articoli personali: oggetti virtuali e servizi messi in "vendita" da altri utenti. A livello pratico possono consistere in lavori grafici, componimenti artistici o semplici consigli tematici su richiesta (qualche anno fa una nostra utente si occupava di dispensare consigli per la posta del cuore).  La fase di acquisto nelle prime due categorie è gestita in automatico dal sistema. Per gli articoli personali sarà invece prima necessario segnalare gli acquisti nella sezione dedicata (per ciascun articolo presenta verrà messo a disposizione un topic).
      Ora veniamo ai requisiti per ottenere i Coins. Basta in realtà molto poco (e qui torniamo al discorso d'introduzione): ovvero essere attivi!
      È possibile ottenere dalle 10 alle 20 monete semplicemente ricevendo reazioni positive ai propri contenuti. Aprire un topic ve ne farà guadagnare dalle 20 alle 40 (la quantità varia a seconda della sezione), più 1 punto per ogni post di risposta scritto da terzi. Anche rispondere a topic di altri utenti vi farà guadagnare Coins. Qualche esempio pratico.
      Per finire, ribadiamo ovviamente che ci piace assai vedervi attivi, ma dato che preferiremmo scansare responsabilità su eventuali bocciature o licenziamenti dovuti alla frequentazione compulsiva del sito... se state pianificando di dovervi assentarvi dal forum per periodi più o meno lunghi, potrete depositare parte dei Coins uttenuti nella nostra banca virtuale e ritirarli (maggiorati degli interessi) al vostro ritorno.
       
       
      👥  
      Membri vs Membri attivi
      Non simpatizziamo per l'Apartheid, ma per favorire la ricerca degli utenti attivi abbiamo pensato bene di suddividere la nostra userbase in due macrogruppi: gli utenti base (Membri) e quelli attivi (Membri attivi). I membri attivi avranno a disposizione più risorse di banda e spazio di allocazione su disco (per le conversazioni private, le immagini o gli allegati), oltre che accesso ad alcune funzionalità extra nell'editor. Gli attivi che registrano 5 o più giorni consecutivi di inattività vengono spostati automaticamente nel gruppo membro. Per rientrare eventualmente nel gruppo primario sarà sufficiente tornare ad essere attivi e postare.
        
       
      🔕 
      Menzioni 
      In seguito polemiche e lamentele piuttosto deludenti in termini di acidità (suvvia - possiamo fare meglio), abbiamo rimosso la possibilità di menzionare in massa tutti gli iscritti al forum, sostituendo al comando @utente un tool in grado di richiamare alcuni gruppi secondari ispirati alle attività del forum: 
      Utente (Lupus) Utente (Radio) Utente (Cineforum) Utente (Hunger Games) Utente (Talisman) Utente (Contest letterario) Utente (Contest fotografico) Utente (Canzone del mese); Per sottoscrivervi a una o più attività basta seguire questo percorso ("Impostazioni del profilo" > "Entra in un gruppo!") e selezionare i singoli gruppi secondari di vostro interesse.
      I neoiscritti saranno inseriti in automatico a quasi tutti i gruppi secondari. Potranno comunque scegliere di uscirne in un secondo momento seguendo la stessa procedura di sopra.
       
       
      🍀 
      Scommesse
      Se il Casinò del Mercatino non vi basta, potete passare al Circolo Scommesse. Quest'area conterrà infatti scommesse di vario assortimento su giochi e attività competitive del forum e eventi reali (campionati sportivi, cerimonie di premiazione etc.) Spendendo qualche Lupus Coins e un po' di fortuna, potrete affinare le vostre capacità di veggenza e diventare (virtualmente) più benestanti di Rockefeller e Musk messi assieme. Per prenderci la mano consigliamo di iniziare dalle scommesse relative alle partite del Mondiale 2018. Inseriremo altre selezioni a breve!
       
       
       
      Bugs e altre implementazioni
      Gli utenti dei dispositivi mobili noteranno che abbiamo rimosso l'icona degli account collegati dal menu blu (per intenderci quello sempre in primo piano, in cima alla pagina) per ricollocarla in quello nero, a comparsa. Questo dovrebbe ridurre il verificarsi della problematica dei menu sovrapposti in attesa dei prossimi aggiornamenti.   
       
       
      Installato un widget in home dal quale è possibile consultare sia gli ultimi post che le ultime discussioni aperte, semplicemente spostandosi tra le scheda.  
       
       
    7. Love
      Bucche reacted to Jace for a blog entry, Dragon Ball tra narrativa e feels   
      Qualsiasi autore, che sia di un anime, di un libro, di un film o di una serie televisiva, nel raccontare la sua storia punta ad appassionare lo spettatore tanto da catturarlo e fare di lui ciò che vuole, letteralmente. Divertirlo, incupirlo, farlo irritare, incuriosire, riflettere, prendergli il cervello e farglielo esplodere con un bel plot twist e sì, anche far spendere soldi per comprare il volume successivo o guardare il seguito.
      Per fare ciò ci sono diverse tecniche di narrazione, per esempio tra le più utilizzate ed efficienti abbiamo l'uso dei misteri: crea un alone di mistero su un personaggio o un avvenimento e lo spettatore seguirà l'opera finché non sarà risolto. Nel frattempo usi le altre tecniche per emozionarlo e prima di risolvere quel mistero, ne apri subito un altro, e così via. 
      L'esempio più lampante che mi viene in mente pensando a questa tecnica di narrazione è il Maestro Eichiro Oda, autore di One Piece.
       

      (Copertina del Primo Volume di One Piece)
       
      Poi c'è il colpo di scena, il famoso plot twist prima nominato, che è un'arma a doppio taglio, poiché come non tutte le ciambelle vengono con il buco, non tutti i colpi di scena vengono bene.  Risultare banali purtroppo è facile, ma se usato a dovere lo spettatore non dimenticherà mai la storia letta o vista e più saranno i centimetri della bocca rimasta aperta per lo stupore, più il colpo di scena è venuto bene.
      Per fare esempi famosi vi cito "Il Sesto Senso", "I soliti sospetti", "Saw" o il meno famoso, ma altrettanto figo, "The Others" che consiglio caldamente di guardare.
       
             
      (Locandine de: I Soliti Sospetti, Saw - L'enigmista, Il Sesto Senso. The Others)
       
      E poi, tra le tante altre, c'è il totale ribaltamento di tutte le informazioni che abbiamo letto, visto e conosciamo, una delle tecniche che preferisco, perché capace di aprire nuovi mondi e storyline.
      Detta così può sembrare il classico plot twist, quindi provo a spiegarmi meglio usando come esempio l'unico e inimitabile Dragon Ball, approfittando dell'occasione per elogiarlo un po'.
       

      (Copertina del Primo Volume di Dragon Ball)
       
      Dragon Ball è un caposaldo della cultura nipponica nel mondo e della produzione fumettistica del Sol Levante, tanto da poter distinguere un'era pre-Dragon Ball e una post. 
      Non importa se siamo nati negli anni 80, 90 o 2000, se ci piacciono o meno gli anime, se siamo nerd oppure no, perché tutti abbiamo visto almeno una volta Dragon Ball e ci siamo appassionati alle avventure del protagonista. 
      Questo non solo perché l'autore e Maestro (rigorosamente con la M maiuscola) Akira Toriyama ha usato un mix di elementi occidentali e orientali tra film, cultura e tradizioni, ma perché è un abile narratore.
      Vero, dimentica avvenimenti da lui stesso scritti e addirittura personaggi (Launc, Jirobei, mi riferisco a voi, sì), ma di sicuro sa raccontare bene le sue storie.
       

      (Il Maestro in una delle foto venute meglio)
       
      Il primo vero ribaltamento nella storia di Dragon Ball avviene alla fine del secondo Torneo Tenkaichi quando, dopo che per ben 11 volumi abbiamo assistito ad avventure legate da un filo goliardico dove Son Goku batteva chiunque si trovasse davanti, Crilin, personaggio del cast principale, viene ucciso in pochi secondi da Tamburello (demone al servizio del Grande Mago Piccolo) che subito dopo riempie di mazzate pure il nostro eroe, lasciandolo moribondo.
       

      (Sempre lui, porello)
       
      Insomma, un momento prima si lotta per divertimento, il momento dopo si muore. E si deve lottare per sopravvivere. 
      Da questo capitolo si apre un mondo, letteralmente. Son Goku scopre il passato del suo Maestro, l'esistenza di un mondo divino e dovrà iniziare a fare uso del Ki, l'aura mediasettiana, che cambierà per sempre non solo la storia di Dragon Ball, ma di qualsiasi altro battle shonen fino alla fine dei tempi, probabilmente.
      Il registro della storia cambia e con esso lo sguardo del lettore. La vittoria di Goku, le sorti dei protagonisti, non sono più scontate come un tempo, anzi. Nel corso di questa saga vengono uccisi Chaozi (Rif in Italia), il Maestro Muten e niente popò di meno che il Drago Shenlong (o Shenron che dir si voglia). L'essere che dovrebbe rimettere tutto a posto grazie ai suoi straordinari poteri. Il lettore non sfoglia più le pagine del manga con goliardia, ma con tensione.
       

      (Chissà chi sono)
       
      Il secondo ribaltamento, forse quello più importante poiché ha fatto entrare la storia nella storia, è l'arrivo di Radish sulla terra. Così iniziano le avventure "Z", anche se nel manga non c'è una vera e propria distinzione tra le due serie e tutto ciò che conoscevamo ora non ha più senso.
      Goku in realtà si chiama Kakaroth e appartiene ad una razza guerriera aliena che compie genocidi per rivendere i pianeti ai migliori offerenti. Mica cazzi.
      Da qui la storia cambia totalmente direzione, si evolve assumendo tratti fantascientifici ed è una continua escalation al potere tra un power up e l'altro. 
       
      Inizia quindi la saga di Namecc, riconosciuta dalla maggior parte dei fan come la migliore di tutta la storia dragonballiana, dove Toriyama ci mette tutto se stesso e si vede. Continui cambi di fazione tra i diversi personaggi in gioco per la conquista delle sette sfere del drago di Namecc (esatto, stile lupus v.v), intrecci narrativi semplici, ma efficaci, combattimenti coreografici e tensione che aumenta volume dopo volume. 
       

      (Ufficialmente lo scontro più lungo degli anime, più di ben 3 ore)
       
      Ci viene infatti presentato Freezer che è al di la di qualsiasi cosa mai visto prima. Di nemici potenti se ne vedono tanti, ma nessuno è come lui. Se qualcuno è ritenuto forte, per esempio il Capitano Giniew, Freezer sarà semplicemente più forte, molto più forte.
      Grazie ai livelli di potenza introdotti nella saga precedente, sappiamo che il suo Ki ammonta a 120 milioni. Goku, al pieno delle forze, arriva a 3 milioni.
      All'epoca, quando eravamo bambini che leggevano quelle pagine per la prima volta o quando tornavamo a casa da scuola di corsa per non perdersi nemmeno la sigla, non conoscevamo il concetto di power up e non potevamo immaginare come Goku sarebbe stato in grado di battere quel mostro. Quel nemico che faceva paura persino a noi, all'apparenza invincibile e irraggiungibile. La tensione era alle stelle e Dragon Ball raggiunge il climax della lotta narrando un evento che è entrato prepotentemente nella storia dell'animazione:
       

      (In quarta superiore, all'ennesima replica della Mediaset, siamo usciti tutti di corsa per non perderci questa scena.
      La prova che noi maschietti siamo essere semplici)
       
      Nel resto della storia non ci sono stati più ribaltamenti o momenti di vera tensione narrativa, causa forse del disinteresse (e quasi nausea) dell'autore verso la sua opera, che pur restando impressa in milioni e milioni di fan, scema sempre più andando avanti, soprattutto nell'ultima saga con protagonista il demone rosa. 
      O almeno, nel manga. Nell'anime sono riusciti ancora una volta a fare un piccolo miracolo, visto i precedenti, sfruttando le stesse dinamiche, ma magari ne parlerò in un altro articolo, in futuro.
       

      (Spoiler lol)
       
      Insomma, spero si sia capito cosa intendo per ribaltamento dell'opera e la differenza con un normale plot twist.
      E quindi vi chiedo, benché sia l'unione di tutte queste tecniche e di molte altre a distinguere un'opera buona da una mediocre, cosa vi ha tenuto maggiormente incollati ad uno schermo o a delle pagine delle vostra storia preferita?
      Gli intrecci? I misteri? I continui colpi di scena? I personaggi?
       
      ---------------------------------
      Un altro articolo lunghissimo😭
      Giuro che non lo faccio apposta, ma cercherò di contenermi di più in futuro!
      E niente, alla prossima!✌️
    8. Love
      Bucche reacted to Jace for a blog entry, L'ultima pizza kebab   
      C'era una volta un ragazzo di appena 24 anni.
      Abbastanza alto da stare in fondo nelle foto di gruppo, con le maniglie dell'amore saldamente al seguito e due chili di tristezza nel cuore. Forse tre.
      Due volte alla settimana esce di casa come ogni altro giorno, ma anziché passeggiare, raggiunge il kebabbaro di zona e ordina rigorosamente sempre lo stesso piatto: una pizza kebab solo con carne, patatine e salsa bianca. 
      Questa è la storia di un inetto.
       
      E non è l'unico, perché basta mettere piede per strada e guardarsi intorno, per osservare decine, centinaia, migliaia di persone che, per un motivo o per l'altro, si arrendono alle proprie debolezze e  vizi.
      Perché nemmeno tanto in fondo, vivere nella consolazione di possedere un potenziale mai espresso per essere e ottenere ciò che desideriamo, ci fa stare meglio della paura di mettersi in gioco e fallire.
      Ma se uno non partecipa è già di per se un fallito.
       
      Il 22 agosto 2008 esce in Giappone il primo capitolo di una trilogia RPG a tema calcistico per Nintendo DS: Inazuma Eleven
       

      (Box Art del gioco)
       
      Non voglio rovinare l'esperienza di gioco con spoiler a chiunque voglia approcciarsi al titolo, quindi approfondirò soltanto il primo dei dieci capitolo che compongono la storia.
       
      Mark Evans è il portiere e capitano della squadra di calcio della propria scuola, la Raimon Jr. High. Squadra per dire, ovviamente, perché è composta da solo 7 membri che, per giunta, non hanno minimamente voglia di giocare.

      (Mark Evans)
       
      Il capitano tenta in tutti i modi di coinvolgerli negli allenamenti, di riaccendere loro la fiamma della passione per questo sport, ma i 6 ormai si sono arresi. La cattiva reputazione che la squadra ha collezionato in 40 anni di storia, tra un insuccesso e l'altro, ha fatto sì che nessuno avesse voglia di iscriversi ad un club di falliti. Per questo non sono in 11, per questo non partecipano al Football Frontier, il torneo nazionale tra le varie scuole medie del Giappone e per questo sono additati e ritenuti anch'essi dei perditempo che non hanno voglia di fare nulla, che non sanno nemmeno tirare due calci ad pallone.
      All'ennesimo allenamento annullato, il Preside contatta la squadra e dichiara la chiusura definitiva del club. 
      I 6 giocatori in fondo se lo aspettavano, ma Mark, che ama profondamente il gioco e spera di diventare un professionista, non ci sta e in suo "aiuto" interviene nuovamente il Preside e la figlia del Direttore della scuola. Verrà organizzata un amichevole e, se la Raimon vincerà, il Club resterà aperto. 
      La squadra contro cui dovranno vedersela è la Royal Academy. La squadra più forte del Giappone. La squadra che ha vinto per 40 anni di fila il Torneo Nazionale contro la squadra più debole tra tutte le scuole e, per giunta, nemmeno completa.
      Panico.
      Mark, a differenza degli altri, sceglie di non arrendersi e riesce a reclutare, un po' a fortuna, i 4 membri mancanti, per costituire almeno una squadra completa. Motivando i compagni, spingendoli a dare il massimo, si allenano senza sosta per una settimana intera, recuperando il fisico perduto e riacquistando fiducia in se stessi.
      E poi venne il giorno della sfida.
      La Royal Academy raggiunge la Raimon in tutta la loro presenza  e potenza, guidata da Jude Sharp, centrocampista e regista geniale, il cui solo sguardo basta ad intimorire qualsiasi avversario.

      (Jude Sharp e la Royal Academy)
       
      Fischio d'inizio, un paio di passaggi e, poco meno di un minuto dopo, la Royal segna il primo gol del vantaggio. 45 minuti dopo il cartellone del punteggio segna 20-0.
      Una disfatta totale. La Raimon ci provò veramente, ma fallì miseramente in solo metà partita. 
      All'inizio del secondo tempo, l'unico rimasto in piedi, ancora in grado di giocare, è Mark. Gli altri sono a terra, stanchi, sfiniti, tutto un crampo.
      Jude tira in porta, Mark usa il corpo pur di fermare la palla, ma crolla a terra. 
      Jude sorride, è questo che fanno alle squadre avversarie. Non devono vincerle, ma stracciarle. Non devono vincerle, ma annientarle. Tuttavia Mark si rialza.
      Jude lo colpisce con il pallone ancora una volta, ma Mark si rialza ancora. E ancora e ancora e ancora.
      Il capitano della Royal non riesce a comprendere perché ogni volta che si rialza, vede negli occhi di Mark una determinazione sempre più ferrea. Per la prima volta, è lui ad essere intimorito da qualcuno. Talmente intimorito da decidere di mettere subito fine alla partita,
      Proprio in quel momento Axel Blaze, ex attaccante geniale che aveva appeso le scarpette al chiodo e si era iscritto da poco alla Raimon proprio per non saperne più niente di calcio, spinto dalla determinazione del portiere, decide di non poter più stare a guardare quel massacro e, indossando la maglia della Raimon, scende in campo. 

      (Axel Blaze)
       
      Jude guida i suoi in attacco, usando la Zona Micidiale, la seconda tecnica di tiro più forte in loro possesso. 
      Il pallone avvolto da una luce oscura, scagliato con una potenza inimmaginabile, si schianta su Mark, ma la palla è in rere. E il portiere è ancora in piedi.
      Con le energie rimaste parò il tiro evocando la Mano di Luce, la leggendaria tecnica di parata ereditata dal nonno, che per anni provò inutilmente ad usare.

      (La Mano di Luce)
       
      Motivato come non mai, lancia il pallone ad Axel. Uno scatto felino, dribbling ubriacante ed eccolo davanti alla porta. Un salto plateale e un tiro infuocato che supera il portiere avversario, gonfiando la rete.
      20-1.
      La squadra più debole del paese che segna un gol alla squadra più forte. Alla squadra che ha vinto per 40 anni di fila il Torneo Nazionale.
      Esplodono applausi e fischi, sorrisi da guancia a guancia si allargano sui volti dei giocatori della Raimon e, con le lacrime agli occhi, esultano come se avessero vinto la finale della coppa del mondo. E per loro, quel gol, ha lo stesso valore di una finale di mondiale.
      Hanno perso, è vero, il club sarà chiuso, ma hanno dimostrato a loro stessi che non hanno mollato. Che non sono dei falliti. 
      Per fortuna, la Royal decide di dare forfait e la Raimon scongiura lo scioglimento della squadra e, mentre festeggiano, nasce in loro un nuovo desiderio: vincere il Football Frontier e battere in finale la Royal Academy, questa volta sul serio. 
       
      Ecco la parabola di chi ci prova, lotta e fallisce, senza essere un fallito. Perché solo chi non ci prova con tutto se stesso, veramente, è un fallito.
      Solo chi si arrende è un inetto.
       
      La settima e nona arte sono pieni di queste parabole, basti pensare a Rocky Balboa, Naruto e Sasuke, per chiudere la triade videogioco-film-anime:
       

      (Rocky Balboa vs Apollo Creed)
       

      (Naruto vs Sasuke)
       
      Nei quali falliti e migliori si scontrano per un ottenere un riscatto ai propri occhi, per dimostrare a se stessi di non essere deboli. 
      La maggioranza del pubblico prova immediatamente empatia verso questi personaggi e queste storie, perché in fondo tutti noi ci sentiamo inferiori ad altri o vorremmo essere "di più". 
      Molti ogni giorno provano a cambiare la propria vita, anche nelle piccole cose, in meglio. Altri, purtroppo, no.
       
       
      C'era una volta un ragazzo di appena 24 anni.
      Abbastanza alto da stare in fondo nelle foto di gruppo, con le maniglie dell'amore saldamente al seguito e due chili di tristezza nel cuore. Forse tre.
      Due volte alla settimana esce di casa come ogni altro giorno, ma anziché passeggiare, raggiunge il kebabbaro di zona e ordina rigorosamente sempre lo stesso piatto: una pizza kebab solo con carne, patatine e salsa bianca. 
      Un giorno questo ragazzo, anzi precisamente il 17 Maggio, arrivato davanti al kebabbaro si ferma sulla soglia. Guarda i tavolini, respira e fa marcia indietro in direzione del decathlon.
      Meglio comprare dei pesi per fare esercizio, perché quelle maniglie forse non sono così saldate come pensa.
       
      ----------------------------
       
      Articolo lunghissimoooooo.
      Prometto che i prossimi li farò più corti. Forse.
      Vi lascio con un video di tre minuti che merita di essere visto e trasmette molto meglio delle mie parole tutto ciò che volevo dire.
      E niente, alla prossima!
       
       
       
    ×
    ×
    • Create New...

    Important Information

    We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.